La carenza di personale e la diminuzione delle vendite, il crescente sentimento negativo che si sviluppa nella popolazione verso il brand che continua la sua attività di contatto, costituiscono i maggiori problemi del teleselling al tempo del Coronavirus.

Abbiamo già parlato di come la drastica diminuzione del personale dovuta all’attuale pandemia abbia colpito i Contact Center e tutte quelle sedi in cui lavorano gli operatori di teleselling. Lì dove si trovavano tre operatori, improvvisamente può lavorare una sola persona.

Per saperne di più su questo problema, capire come affrontare la situazione e raggiungere lo stesso i tuoi target di vendita puoi scaricare il nostro white paper gratuito sull’argomento:

Scarica ora il white paper

 

 

Teleselling: affrontare una campagna vendite in questi giorni e i grossi rischi per il Brand

 

In questa situazione un altro enorme problema che potrebbe ripercuotersi sulle vendite di ogni azienda è la percezione negativa che il consumatore finale può avere del Brand.

Sappiamo che l’avversione verso una determinata azienda si può sviluppare a prescindere dal coronavirus, però in un periodo in cui le persone potrebbero non essere disposte ad una comunicazione commerciale con un operatore, il rischio di rovinare la reputazione di un Brand è decisamente maggiore.

Normalmente una persona non propensa all’acquisto di un prodotto o non disposta all’acquisto tramite il canale telefonico che riceve una telefonata commerciale, saluta l’operatore e mette giù “la cornetta” proseguendo ciò che stava facendo prima della conversazione. In questo particolare momento storico, ciò che può accadere è che il servizio/prodotto non interessi all’utente e che inoltre si venga a creare una percezione negativa del brand.

Cloud, coronavirus, teleselling, bigprofiles

 

Le conseguenze di una campagna di vendite non adeguata al tempo del Coronavirus

 

Dopo la chiusura, probabilmente brusca, della chiamata l’utente contattato potrebbe arrivare ad utilizzare piattaforme di condivisione online come social networks o siti di recensioni (es. buycott) per presentare le proprie idee negative.

Questo genererebbe un filone di opinioni negative, originate da un’attività normalissima ma eseguita in un particolare momento storico senza le dovute attenzioni. La conseguente percezione negativa del brand porta inesorabilmente gli utenti ad allontanarsi dal prodotto e a non acquistarlo più in futuro.

Pensate che il quotidiano “ottopagine.it” proprio pochi giorni fa scriveva: un avvocato sannita, Arturo Mongillo, santagatese e per anni ai vertici dell’Ordine di Benevento, ha scritto una lettera al presidente della giunta regionale, Vincenzo De Luca, per avvisarlo e metterlo a conoscenza di “un problema che […] stanno segnalando in molti, […] cioè con le persone che stanno in casa si sono moltiplicate le chiamate dei call center: una volta è l’offerta telefonica, quella dopo vogliono venderti del vino, e poi ti invitano a fare trading, e poi luce e gas. Insomma è una vera e propria aggressione telefonica, in particolare nei confronti delle persone più anziane”*.

Cloud, coronavirus, teleselling, bigprofiles

 

Si può costruire una campagna di Teleselling che non incorra in questi rischi al tempo del Coronavirus?

La risposta a questa domanda è: si!

Per minimizzare il rischio di ripercussioni negative è più che mai necessario rivolgersi ad un segmento di pubblico propenso all’acquisto, così che l’operatore possa contattare ogni potenziale cliente e offrire lui il prodotto/servizio di suo reale interesse.

Le aziende che si rivolgono a grandi platee hanno un CRM ricco di informazioni, spesso queste informazioni sono estremamente utili a valutare molti aspetti del consumatore, tra cui la propensione all’acquisto di ogni singolo utente.

Con BigProfiles AI Platform ogni Direttore Vendite può autonomamente individuare i segmenti del proprio pubblico più propensi all’acquisto e così attivare campagne solo su chi è particolarmente interessato al prodotto.

Questa attività oltre ad essere economicamente vantaggiosa in termini di efficientamento delle vendite, aumenterà la forza del vostro Brand dato che un utente che effettua un acquisto di cui è contento, condividerà l’esperienza positiva con i propri amici e parenti.

Se vuoi avere una demo della nostra soluzione e scoprire quali sono i benefici che la nostra piattaforma predittiva può portare alle tue campagne:

Contattaci ora

 

BigProfiles, Teleselling,Coronavirus

 

BigProfiles AI Platform

 

Con BigProfiles AI Platform puoi gestire in modo predittivo le tue campagne di teleselling sfruttando l’Intelligenza Artificiale per prevedere la propensione all’acquisto dei contatti da chiamare. BigProfiles AI Platform è la prima piattaforma per il telemarketing che, avvalendosi dei nostri algoritmi di Intelligenza Artificiale, analizza ogni singolo contatto in tuo possesso permettendoti di individuare rapidamente i più propensi all’acquisto. AI Platform consente ai Responsabili delle Vendite di banche, assicurazioni, utilities e telco e ai Contact Center di raggiungere agevolmente i loro target di vendita.

Clicca Qui

 

 

*Fonte: ottopagine.it

Il teleselling al tempo del coronavirus