La profilazione clienti è il metodo che permette di suddividere i consumatori in base a gruppi di individui con caratteristiche simili e rilevanti per le attività aziendali (età, genere, interessi, abitudini di consumo). Dall’età alle abitudini di consumo, conoscere il tipo di vita che il nostro consumatore svolge significa molto più di quanto sembra. Esattamente come succede nella vita reale, approfondire la conoscenza di una persona ci permette di trovare il modo giusto di comunicare con lei, sapere cosa desidera, dove si trova, cosa apprezza di più e di cosa ha davvero bisogno. È attraverso questa analisi e approfondimento che arriva un vantaggio competitivo irrinunciabile per le aziende di oggi.  

Il livello di attenzione che il consumatore dedica ai differenti tipi di comunicazione aziendale è, infatti, sempre minore. Ciò significa che dobbiamo trovare il modo giusto per convincerlo a restare, per dimostrargli che ciò che stiamo dicendo è davvero di suo interesse. La parola chiave deve essere rilevanza: il contenuto, il messaggio, l’offerta, tutto deve essere ragionato per dare all’utente quello che cerca davvero.

La profilazione clienti grazie anche ai software di Data Enrichment serve proprio a questo: a creare una connessione con i consumatori più promettenti e a parlare con loro in base a ciò che desiderano. A partire da dati semplici, come ad esempio l’indirizzo di residenza, possiamo capire se possiede una casa, di che tipo, e farci subito un’idea della capacità economica del singolo utente.

I dati che possiamo raccogliere sui consumatori sono, poi, tantissimi: età, stato civile, entrate, occupazione, abitudini d’acquisto, formazione scolastica, preferenze di canale. Per ottenere il massimo dalle vendite e dal marketing, come dal costumer service, possiamo sfruttare questi dati per traghettare verso l’utente un messaggio rilevante e personale. In grado di stimolare la sua attenzione.

La segmentazione divide i consumatori in gruppi di appartenenza: persone che condividono caratteristiche e abitudini, e di cui sappiamo quali e quanti messaggi, di marketing o vendita, conviene inviare. Non è una novità nel mercato, ma oggi grazie all’arrivo dei Big Data, la raccolta dei dati, la precisione delle informazioni e la velocità dell’analisi hanno aperto tantissime e nuove opportunità di business.

Profilazione clienti e marketing: una nuova idea di target

Con la profilazione riusciamo a capire davvero come i consumatori stanno usando il nostro prodotto e a che cosa tengono di più. Questo permette alle aziende di scoprire segmenti di business che sono stati spesso tralasciati, e di ottimizzare ad altissimi livelli i messaggi di marketing per ogni gruppo diverso, per svilupparli in maniera costante e in base alle loro necessità.

L’assunto può sembrare quasi ovvio: targetizzare il giusto gruppo di mercato e intercettarlo con la giusta offerta può significativamente incrementare l’efficienza dei nostri sforzi di marketing. Con l’analisi dei Big Data, la segmentazione clienti ci permette di considerare più aspetti rispetto al passato. Si apre la possibilità di un nuovo e più rappresentativo segmento di consumatore di cui sappiamo esattamente tutto ciò che ci serve per avviare campagne di successo, sviluppo di prodotti, vendite mirate a colmare esigenze inespresse. Con questo tipo di informazione si aprono opportunità prima solo immaginabili.

Le campagne pubblicitarie, ad esempio, acquistano una forma molto diversa se guardate con la lente della profilazione. Nel momento in cui stiamo progettando una campagna, c’è solo una domanda che risuona nella nostra mente: cosa importa davvero al cliente? Con la profilazione, riusciamo non solo a dare una risposta a questa domanda, ma a definire una serie di gruppi e una serie di sforzi da investire per ognuno di loro.

profilazione clienti

Ottimizzare le strategie di prezzo in base al cliente

Stabilendo i segmenti di pubblico, possiamo scoprire anche quanto un consumatore è disposto a pagare per un prodotto o servizio. Questo è la chiave di volta per costruire una strategia aziendale vincente per tantissime società che, sfruttando i dati, possono gestire un ampio respiro di informazioni, differenziarle e analizzarle, e scoprire la capacità di acquisto del singolo consumatore.

Suddividere l’audience in cluster di appartenenza ci permette non solo di scoprire le abitudini di consumo, ma anche il tipo di vita e le caratteristiche demografiche del nostro consumatore. Parliamo di one time buyers, heavy spenders, consumatori abituali, e via discorrendo. Ognuno di loro è diverso, e perché la nostra azienda non dovrebbe essere in grado di accontentare le necessità di ognuno?

Costruire relazioni con consumatori di qualità

Con la profilazione clienti possiamo identificare facilmente le persone che hanno più valore per le nostre vendite e dedicare loro una corsia preferenziale che li nutra, e sia in grado di offrire ciò che desiderano. Oggi il mercato è estremamente competitivo e le aziende hanno bisogno di sapere quale segmento è il più valido per loro e investire tutto ciò che possono per conquistarlo. Una volta trovato, è necessario investire un’attenzione extra per rafforzare la nostra relazione. Con la profilazione clienti possiamo identificare i gruppi di utenti più fedeli e remunerativi, incrementare la nostra comunicazione verso di loro e continuare a investire il giusto budget in segmenti utente meno promettenti.

profilazione clienti azienda e cliente

Azienda e cliente: sempre più vicini

L’aumento esponenziale dei dati a disposizione, la sofisticazione della capacità di analisi e la proliferazione dei canali disponibili, ci danno un potere incredibile. Come molti di voi ben sapranno, le precedenti tattiche digitali includevano un approccio in cui i messaggi venivano inviati in massa, non mirati e non personalizzati. Oggi, dobbiamo e possiamo fare di più.

Costruire un profilo più specifico dei nostri consumatori è fattibile, ma a questo deve corrispondere anche un livello di servizio migliore. I clienti per primi sanno che ora, con i mezzi a disposizione, possono ottenere un certo tipo di comunicazione con l’azienda, partendo da un messaggio più rilevante a una user experience perfetta. Partendo dai dati otteniamo informazioni complete e potenti, che ci permettono di decidere con precisione l’oggetto del nostro messaggio e spingere per raggiungere la persona – il gruppo di persone – a cui è dedicato.

Per continuare a migliorare la nostra vicinanza, è utile appoggiarsi a provider esterni che ci permettano di arricchire il nostro database così da essere pronti quando si presenterà l’opportunità di fare l’ultimo passo verso il cliente. Sommando tutte queste informazioni abbiamo infatti una fotografia perfetta del target, sia online che offline, che ci permette di indirizzarlo verso di noi semplicemente raggiungendolo quando serve, nel modo che desidera, con il messaggio di cui ha bisogno.

La misurazione dell’efficacia dei nostri sforzi è l’ultimo importantissimo scalino. Perché le persone cambiano ogni giorno e per sfruttare al meglio la profilazione clienti è necessario capire che il nostro consumatore è il più grande patrimonio che abbiamo, ma anche una grande e costante sfida.

SCOPRI DI PIÙ