Il processo di modernizzazione dell’industria finanziaria è avviato ormai già da qualche anno. Grazie al Fintech e all’Open Innovation, la Banca sta iniziando ad abbattere le barriere che la tenevano segregata in un altro tempo e lavora sempre di più per cambiare volto.

Una ricerca di Accenture dimostra che dal 2015 a oggi, in Europa, gli operatori finanziari tradizionali sono diminuiti del 40% a pieno beneficio di altri di origine Fintech. Entro il 2023 gli investimenti di questo settore sulle nuove tecnologie aumenteranno del 30%, in linea con una nuova idea di azienda, più aperta all’esterno e più smart.

Il cambiamento parte dai consumatori

La banca si ammoderna grazie alla possibilità offerte dal mercato – tecnologico e professionale – ma il suo bisogno di farlo dipende forse anche di più dal cambiamento dei propri consumatori: l’innovazione arrivata in tantissimi settori ne ha plasmato le preferenze e le aspettative, e nessuno può permettersi di restare indietro senza cambiare radicalmente l’offerta di business o i modelli aziendali.

Il 65% dei consumatori è ormai digitalmente evoluto. Frequenta quotidianamente Google, Facebook e altri Social, utilizzando sistemi operativi veloci, intuitivi, user-friendly come iOS e Android . L’utente digitalmente evoluto non è solo qualcuno che si muove rapidamente su uno Smartphone, bensì una persona abituata a uno scambio attivo con la tecnologia, che gli offre spesso soluzioni mirate alle sue esigenze. Questo fa nascere nel consumatore un bisogno di ritrovare la stessa interazione in differenti settori di business, cercando in tutte le altre aziende lo stesso scambio di fiducia.

Fonte: Accenture

Ecco quindi arrivare gli operatori Fintech, che nel 2018 sono il 12% di tutti gli operatori europei, raggiungendo i 3000 in tutto il mondo. Un mercato che smuove 100 miliardi di dollari di investimenti all’anno. Lo scenario si apre, trasformando le logiche di competizione in collaborazioni di successo che uniscono sotto un unico tetto le banche, le Fintech e gli altri settori. Open Innovation nel significato più profondo del termine.

La Banca moderna arriva con Fintech e Open Innovation

Il presentarsi dell’Open Innovation nel settore finanziario è il risultato di un grande cambio di approccio che sta mano a mano avvenendo in tutti i settori. Potremo sintetizzare l’Open Innovation come un processo di miglioramento aziendale di digital trasformation, che dipende strettamente dal coinvolgimento di terze parti per il conseguimento dei propri obiettivi di business.

Si iniziano a sfruttare nuove tecnologie, come Robotic Process Automation e Intelligenza Artificiale, per ottimizzare il lavoro. 

Si raccolgono dati sui consumatori capaci di migliorare la conoscenza del target. Le aziende si rivolgono a startup e professionisti alla ricerca di nuove idee: pratica scelta dalla metà degli operatori della comunità europea, che riescono così a conquistare nuovi mercati, sviluppare offerte e prodotti, acquisire nuovi clienti.

Il valore aziendale inizia a dipendere non più dalla competizione in un sistema chiuso in se stesso, ma dalla condivisione di soluzioni, strumenti e competenze diverse che arrivano dall’esterno.

Le risorse messe a disposizione dalle imprese Fintech

La Banca cambia grazie al Fintech, che rappresenta un laboratorio sperimentale dove testare, provare e studiare le tecnologie che saranno, non solo in grado di conquistare nuovi consumatori, ma anche di migliorare i processi interni.

Open Innovation e Fintech non offrono altro che possibilità di migliorarsi sfruttando servizi innovativi in grado di cambiare il modo in cui ci si rapporta con le banche. Qualche esempio? Eccone tre:

  •    Dati: il marketing porta in Banca le metriche di misurazione del target. Sfruttando i big data per fare analisi dati si otterranno, ad esempio, nuove e più complete offerte per il consumatore, basate sulle sue abitudini di consumo, la sua vita, il suo comportamento.
  •    Automazione: l’intelligenza artificiale permette di estrapolare dati e offrire ai reparti di ricerca e sviluppo un valore incredibile per le strategie da adottare in futuro. Mentre automatizzando i processi più semplici, è possibile lasciare all’industria finanziaria lo spazio per investire in compiti che possano dare più valore, al cliente e all’azienda.
  •    Tecnologia: pagamenti digitali, offerte mirate in base alla geolocalizzazione: gli Smartphone, gli Smartwatch e tutte le App in circolazione, stanno già preparando gli utenti a un futuro senza carte di credito e a misura d’uomo.

Conclusioni

L’Open Innovation ha un potenziale enorme se viene usato con il giusto approccio.

È una pratica complessa e imprevedibile, che richiede una grande elasticità mentale e una buona capacità di ripensare al modo in cui si era soliti lavorare, per far sì che funzioni. I risultati più positivi emergono solo continuando a provare e migliorarsi. Avvicinarsi all’Open Innovation non significa abbandonare completamente i vecchi metodi, ma permettere al nuovo che avanza di influenzarli al meglio.

Il 26 settembre BigProfiles sarà ospite al Forum Banca per parlare di futuro, dati e rivoluzioni del mercato. Tutte le informazioni qui: www.forumbanca.com

SCOPRI DI PIÙ